Vene varicose sintomi e rimedi!

Che cosa sono le vene varicose, come possiamo prevenirle e curarle!

CHE COSA SONO LE VENE VARICOSE

Le vene varicose (o varici) sono delle dilatazioni abnormi e sacculari delle vene, soprattutto degli arti inferiori, che spesso assumono un andamento anomalo e ad oggi rappresentano una patologia frequente ma anche ben sopportata, per cui normalmente le persone affette da vene varicose adottano spontaneamente rimedi come il riposo con gambe sopraelevate, calze elastiche, massaggi con opportune pomate. Solo in rari casi quindi le vene varicose giungono all’attenzione del medico ed infine all’intervento chirurgico.

vene varicose sintomi e rimedi

CAUSE DELLE VENE VARICOSE O VARICI

  • Ci sono diversi fattori che scatenano le vene varicose:
    Stitichezza, che ostacola il ritorno di sangue venoso verso l’alto
  • Obesità
  • Deficienza della pompa muscolare
  • Lavoro in ortostatismo (stazione eretta) in ambiente caldo (che favorisce una dilatazione dei vasi)
  • Alterazioni delle vene presenti alla nascita (congenite);
  • Età (tra i 30 e 50 anni);
  • Sesso (femminile prevalentemente).

Il fattore però sicuramente più influente è la POSTURA e infatti se si tiene una postura soprattutto se prolungata, la pressione venosa aumenta notevolmente, fino a dieci volte la pressione normale. Di conseguenza, i lavori, le occupazioni che richiedono la postura eretta per lunghi periodi di tempo o lunghi percorsi in automobile o in aereo, scatenano l’insorgenza di edemi e vene varicose.

Le vene varicose sono molto più comuni tra le donne e dopo i 50 anni di età, in persone obese e soprattutto nelle donne post gravidanza per la elevata pressione venosa che la gravidanza determina negli arti inferiori. Anche la cosiddetta familiarità è un fattore molto importante.

SINTOMI VENE VARICOSE

Nella maggior parte delle persone non si manifestano sintomi fino a che non sono realmente visibili.
Solitamente  si  avverte senso di pesantezza dell’arto, soprattutto la sera e  ci si accorge di un edema che inizia nella zona intorno al malleolo, soprattutto quello interno; in corrispondenza delle vene varicose vi è una zona di aumento della sensazione di caldo (ipertermia) talvolta accompagnata da forte senso di prurito.  in altri casi isi può sviluppare una flebite superficiale o avere emorragie da rottura di varicosità.
In caso di vene varicose ovviamente c’è un’alterazione della circolazione e proprio per questo motivo i tessuti delle parti colpite sono particolarmente sensibili alle lesioni, perciò infezioni e ferite guariscono lentamente e tendono a trasformarsi in ulcere varicose croniche (non guaribili definitivamente).

C’è poi un fattore molto importante soprattutto nelle donne che è la questione estetica , infatti le vene varicose o varici possono produrre delle irregolarità piuttosto vistose.

TERAPIA PER LE VENE VARICOSE

Le vene varicose necessitano di una terapia adeguata, soprattutto per prevenire le complicanze dolorose ed invalidanti (varicoflebite, dermatite, ulcera varicosa) e solitamente il trattamento passa attraverso:
stile di vita sano: sebbene non ci siano certezze assolute è buona norma cambiare il proprio stile di vita,rendendolo attivo e sano sia nell’alimentazione che per abitudini.
-Terapia farmacologica: si basa sull’utilizzo di sostanze “flebotoniche”, cioe’ che aumentino il tono della parete venosa in modo da ridurne lo sfiancamento, antiedemigeni (che riducono l’edema), profibrinolitici (che impediscono la formazione dei trombi dovuti alla stasi del sangue) ed antiinfiamamtori.
Elastocompressione :compressione con bende e calze, che si basa sull’utilizzo di calze elastiche graduate che esercitano una compressione decrescente dal piede verso la coscia (l’andamento decrescente fa sì che la maggiore compressione alla caviglia spinga il sangue verso l’alto, incontrando man mano che risale una resistenza sempre minore.)
Scleroterapia: questa pratica consiste nell’iniezione all’interno della vena di sostanze chimiche che determinano prima la formazione di un trombo, quindi la trasformazione fibrosa della parete venosa .
Terapia chirurgica : alla terapia chirurgica si arriva ormai alla fine come abbiamo già detto, esiste un intervento in grado di ridurre il problema e consiste consiste nella rimozione del tratto venoso interessato dalla varice e nel ricongiungimento delle porzioni a monte ed a valle della rimozione

Leggi anche 5 TRUCCHI PER MIGLIORARE LA SALUTE DELLE GAMBE.